martedì, 19 Ottobre 2021

Trovati senza vita tre migranti su una spiaggia spagnola: c’è anche un bambino

I corpi senza vita di un bambino e due adulti sono stati ritrovati sulle spiagge vicino Almeria. Salgono a 5 i cadaveri recuperati nelle ultime 48 ore.

Da non perdere

La Guardia Civil spagnola ha avviato un’indagine dopo che i corpi senza vita di un bambino e due adulti sono stati ritrovati sulle spiagge di Vera e Carboneras, vicino Almeria, nel sud-est della Spagna. Si ipotizza che queste persone siano state trascinate a riva dopo che la loro barca è affondata nel mare di Alboran.

Secondo un portavoce di Europress presente sul luogo, ieri notte i servizi di emergenza hanno ricevuto una segnalazione riguardo un corpo avvistato sulla spiaggia di Puerto Rey, a Vera. La segnalazione allarmava “di un bambino piccolo sdraiato sulla sabbia”.

Sul posto è subito arrivata la Guardia Civil, la Polizia Locale e i servizi sanitari, che purtroppo hanno confermato la notizia. Durante l’operazione gli agenti hanno inoltre rinvenuto, a circa 200 metri dal corpo del bambino, il cadavere di una donna.

Questa mattina un’altra segnalazione ha avvertito le forze dell’ordine della presenza di un altro corpo sulla riva della spiaggia di El Algarrobico. Nelle ultime 48 ore sono quindi  cinque i cadaveri ritrovati in diverse zone della costa orientale di Almeria.

Domenica scorsa la Protezione Civile ha infatti recuperato il corpo di un altro migrante tra i 40 e i 45 anni dalla cosiddetta spiaggia dei Morti, mentre lunedì nella tarda è stato ritrovato il corpo senza vita di un uomo al largo della costa del comune di Garrucha.

Nel frattempo, nella zona del nord Africa di fronte alla Spagna, circa 125 migranti arrivati nella notte tra domenica e lunedì presso il Peñón di Vélez de la Gomera, sarebbero stati rimandati in Marocco meno di 24 ore dopo, nonostante la volontà da loro espressa di richiedere asilo. A denunciare questa situazione è la Ong CEAR, Commissione Spagnola di Aiuto al Rifugiato.

 

Ultime notizie