domenica, 17 Ottobre 2021

Rapimento Eitan, gli zii: “I Peleg gli stanno facendo il lavaggio del cervello”

Secondo quanto dichiarato dai legali degli zii il bambino presenta segni di istigazione e di lavaggio del cervello, messi in atto dal nonno.

Da non perdere

Quest’oggi si è svolto l’incontro tra Eitan e il fratello della zia, la tutrice legale del piccolo dopo la morte dei genitori nella tragedia del Mottarone. L’incontro, come riferito da diverse fonti ha messo in luce l’urgenza con la quale il piccolo debba tornare in Italia. Secondo quanto emerge dal comunicato rilasciato dal legale, il bambino sta bene ma presenta segni di istigazione e lavaggio del cervello da parte del nonno materno Shmuel Peleg, indagato per il suo sequestro.

Attualmente il piccolo si trova in Israele e vive con il nonno, ma da quasi un mese è iniziata la battaglia legale per l’affidamento alla zia che vive in Italia; mentre il nonno risulta indagato per rapimento di persona dopo aver portato il bambino in Israele senza alcuna autorizzazione formale.

Ultime notizie