mercoledì, 27 Ottobre 2021

Rapimento Eitan, il console italiano incontra il bambino: “È in buone condizioni”

Il console dell'ambasciata italiana a Tel Aviv ha incontrato Eitan Biran riferendo che il piccolo è in buone condizioni di salute.

Da non perdere

Dopo le dichiarazioni degli zii paterni, oggi il console dell’ambasciata italiana a Tel Aviv ha incontrato il piccolo Eitan Biran alla presenza del nonno materno Shmuel Peleg.

La visita consolare, resa possibile grazie alla Farnesina e alla collaborazione delle autorità israeliane, “era finalizzata a verificare la situazione e il contesto familiare in cui si trova attualmente il minore”. Da quanto riferiscono fonti vicine all’ambasciata “Il piccolo Eitan è apparso in buone condizioni di salute”.

Il bambino di 6 anni, unico superstite della strage del Mottarone l’11 settembre era stato portato in Israele dal nonno materno, che l’ha fatto allontanare dall’abitazione della zia paterna Aya Biran, residente in provincia di Pavia. Peleg è ora indagato per sequestro di persona aggravato. Secondo l’avvocato della zia, Armando Simbari, si tratta infatti di un vero e proprio sequestro di persona, avvenuto in violazione dei provvedimenti dell’autorità italiana.

Ultime notizie