mercoledì, 27 Ottobre 2021

Giovane mamma assassinata nel vicentino: papà dell’assassino chiede scusa

Il papà dell'assassino ha chiesto perdono alla famiglia della vittima, dicendo di essere disperato per il gesto del figlio. Secondo le testimonianze dei vicini, la vittima conosceva il suo assassino e sarebbe stata lei ad aprirgli la porta. Era stato visto diverse volte nei pressi della sua abitazione.

Da non perdere

Marco Turrini, guardia giurata di 38 anni, ha vagato tutto il pomeriggio con la sua auto per le strade della provincia di Vincenza e Verona. Il 38enne padovano è ritenuto responsabile dell‘omicidio di Alessandra Zorzin 21 anni, parrucchiera e madre di una bambina di un anno e mezzo.

Messo alle strette dalle forze dell’ordine, nei pressi del casello di Vicenza ovest, si è poi suicidato utilizzando la stessa arma del delitto. Secondo le testimonianze raccolte, l’uomo conosceva la vittima, uccisa con un colpo di pistola dritto al volto. La ragazza si trovava in camera da letto, mentre la figlia era al nido e il compagno a pranzo dai genitori.

È stato lui a scoprire il corpo senza vita della giovane moglie. Intanto, si indaga sul movente. Secondo i racconti dei vicini di casa sarebbe stata proprio Alessandra ad aprire la porta all’assassino che altre volte era stato visto in quella casa. Sembrerebbe che due si conoscevano.

L’anziano padre, tra le lacrime, chiede disperatamente perdono.

Ultime notizie