mercoledì, 27 Ottobre 2021

“Non si entra senza mascherina”: negoziante picchiato davanti a moglie e figli

I tre aggressori hanno atteso che il titolare finisse il turno di lavoro per picchiarlo e minacciarlo, costringendolo a consegnare lo smartwatch e gli auricolari del telefono.

Da non perdere

A Roma un cittadino cinese di 33 anni, titolare di un negozio di elettronica, è stato picchiato per non aver permesso l’ingresso in negozio a tre persone sprovviste di mascherina. L’episodio risale al 23 giugno scorso. Si trattava di un cittadino romano di 44 anni, una donna di origini campane e di un afghano di 30 anni, tutti con precedenti. I tre hanno aspettato che il titolare del negozio finisse il proprio turno per picchiarlo, nonostante con lui ci fossero la moglie e i figli di tre e sette anni. L’uomo ha riportato la frattura del setto nasale e, dopo essere stato aggredito, è stato minacciato con un taglierino e costretto a consegnare lo smartwatch e gli auricolari del telefono. I carabinieri della Stazione Roma Porta Portese hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare in carcere nei confronti dei tre aggressori.

Ultime notizie