venerdì, 24 Settembre 2021

Sovraffollamento nei mezzi di trasporto, l’associazione Codici: “Siamo ai tempi pre-pandemia”

A Napoli rallentamenti, cancellazioni e modifiche rendono inutilizzabili 12 binari. L'associazione Codici invita i pendolari a segnalare i disservizi.

Da non perdere

Con la riapertura delle scuole nelle città tornano anche i ritardi e i disagi legati ai mezzi di trasporto. L’associazione Codici, impegnata quotidianamente nella tutela dei diritti dei cittadini, consumatori e utenti, invita quindi i pendolari a segnalare i disservizi, chiedendo inoltre più interventi per scongiurare il pericolo sovraffollamento.

Emblematico il caso della città di Napoli, dove la giornata di ieri è iniziata con un avviso ben poco gradito ai passeggeri poiché, come riferisce Giuseppe Ambrosio, Segretario di Codici Campania, a causa di un guasto alla linea elettrica la circolazione ha subito rallentamenti, cancellazioni e modifiche e ha reso inutilizzabili 12 binari di stazione, creando ritardi fino a 120 minuti.

Secondo Ivano Giacomelli, Segretario Nazionale di Codici, la giornata di ieri è stata “un lunedì nero, siamo tornati ai tempi pre-pandemia, a quando le stazioni erano affollate di pendolari ed i treni non partivano in orario. Nelle settimane scorse, nel pieno del dibattito sul Green Pass, avevamo lanciato l’allarme, sottolineando che non c’è certificato che tenga di fronte a mezzi di trasporto che non funzionano e sovraffollamento. Purtroppo, quanto accaduto ieri conferma i nostri timori“.

Secondo Codici, la situazione di Napoli è lo specchio di una realtà che stride con gli annunci che arrivano dalle istituzioni, poiché da un lato ci sono gli slogan su prevenzione e distanziamento, dall’altra i cittadini sono però costretti ad ammassarsi nella speranza di poter raggiungere il posto di lavoro con i mezzi di trasporto. “Tutto questo è inaccettabile, è necessario un intervento rapido e deciso, prima che la situazione sfugga di mano dal punto di vista dei contagi“, aggiunge Giacomelli.

È possibile mettersi in contatto con l’associazione e segnalare i disservizi telefonando al numero 06.55.71.996 oppure scrivendo all’indirizzo email [email protected]

Ultime notizie