venerdì, 24 Settembre 2021

Rapimento di Eitan, i parenti israeliani: “Agito per il suo bene è in ospedale a Tel Aviv”

La procura di Pavia ha aperto un'inchiesta per sequestro di persona dopo che il nonno materno ha portato Eitan in Israele. I familiari fanno sapere che il piccolo si trova ora in un ospedale di Tel Aviv curato dai migliori medici.

Da non perdere

Dopo la notizia del “rapimento” di Eitan da parte del nonno materno che lo ha riportato in Israele, si apprende che il piccolo sta bene e che è curato dai medici di un ospedale a Tel Aviv.

A riferirlo è la zia Gali Peleg a Canale 12, emittente televisiva israeliana: “L’amato Eitan è tornato in Israele dopo aver perso tutta la sua famiglia, come volevano i suoi genitori. Non appena arrivato in Israele – ha aggiunto – Eitan è stato affidato “ad uno staff medico presso l’ospedale Sheba e “riceve l’assistenza” medica e psicologica “migliore possibile”.

Il piccolo avrebbe dovuto iniziare oggi la prima elementare, ma è stato portato via dal nonno paterno, su un volo privato partito da Lugano, senza il consenso del tutore legale del piccolo, la zia paterna e contro le decisioni dei Magistrati italiani che hanno sempre rigettato le richieste dei nonni. La procura di Pavia ha aperto un’inchiesta per sequestro di persona.

Ultime notizie