sabato, 18 Settembre 2021

Serie A, la Juve affonda a Napoli vincono Venezia e Fiorentina. Le partite di oggi

Grande vittoria del Napoli, che ha battuto la Juventus ieri 2 a 1. Scintille tra Spalletti e Allegri, i bianconeri sempre più lontani dalle grandi.

Da non perdere

Giornata densa per la serie A ieri. Su tutte, a far discutere è stata Napoli-Juventus, terminata 2 a 1, nel secondo anticipo della terza giornata del campionato di calcio, disputato nello stadio Diego Armando Maradona di Napoli. Una partita strana, decisa da tre gol unici nel loro genere. Il Napoli ha dimostrato di essere una squadra completa, di contro Chiellini e Bonucci hanno evitato un crollo per una Juve che non c’era. I gol: nel primo tempo Morata ha portato in vantaggio la Juventus al 10′, ma nel secondo tempo è subito arrivato il pareggio di Politano al 12′ e gol-vittoria per il Napoli di Kalidou Koulibaly al 40′. Inoltre, tra Massimiliano Allegri e Luciano Spalletti, c’è stato un piccolo scontro dopo la conclusione della partita.

Quando i due si sono incrociati in sala stampa, l’allenatore della Juventus ha ripreso quello del Napoli per aver ‘fatto casino’ con l’arbitro. E Spalletti, in conferenza stampa: “Non gli ho detto niente, mai. Ho sempre perso, una volta che vinco mi vieni a fare la morale?!” Scintille insomma. Tra le partite giocate ieri poi, Venezia batte Empoli 2 a 1 in casa avversaria, nell’altro anticipo. L’incontro è avvenuto sul terreno dello stadio Carlo Castellani di Empoli. Hanno segnato nel primo tempo Henry per il Venezia al 13′; nel secondo tempo Okereke sempre per i veneziani al 23′ e Bajrami per Empoli al 44′ su rigore. La Fiorentina ha battuto l’Atalanta per 2 a 1, sul terreno del Gewiss Stadium di Bergamo. Nel primo tempo Vlahovic per la Fiorentina su rigore al 33′; nel secondo tempo ancora Vlahovic su rigore al 4′; Duvan Zapata per l’Atalanta al 20′, sempre dal dischetto.

Attesa per le partite di oggi: alle 12.30 si disputerà Sampdoria-Inter. Sarà una partita molto importante per i neroazzurri quella a Marassi contro la squadra di D’Aversa. Infatti l’Inter inizierà il tour de force con la Champions mercoledì contro il Real Madrid e, di conseguenza, Simone Inzaghi dovrà valutare il turnover anche considerando le fatiche dei giocatori reduci dalle nazionali. Non a caso potrebbero partire dalla panchina sia Lautaro che Correa per far spazio a Sensi e Dzeko. Alle 15.00 si giocheranno poi Cagliari-Genoa, Torino-Salernitana e Spezia-Udinese. Alle 18.00, invece, si terrà Milan-Lazio, per poi concludere la giornata alle 20.45 con Roma-Sassuolo. Domani invece posticipo per Bologna-Verona alle 20.45.

Ultime notizie