sabato, 18 Settembre 2021

F1 Monza, vince Ricciardo è doppietta McLaren. Hamilton-Verstappen fuori con un botto da paura

A Monza succede l'imponderabile, Verstappen e Hamilton costretti a ritirarsi in seguito ad una collisione a metà gara, a trionfare è la McLaren di Ricciardo, per la Ferrari quinto posto per Leclerc, sesto per Sainz.

Da non perdere

Uno dei weekend più attesi in uno dei circuiti più entusiasmanti ed imprevedibili del circus, la F1 fa tappa per la quattordicesima gara della stagione sul tracciato più veloce del mondo. Il ferrarista Carlos Sainz è il 70esimo pilota Ferrari a correre a Monza, l’ultimo italiano a percorrere il GP d’Italia fu Giancarlo Fisichella nel 2009.

Bottas, vincitore della gara sprint di ieri, si ritrova a partire dal fondo della griglia a causa della sostituzione della power unit, a beneficiarne è Ricciardo che allo spegnimento dei semafori riesce a sorpassare Verstappen sul rettilineo. Primo giro sfortunatissimo per Antonio Giovinazzi che rompe l’alettone in seguito ad un ruota a ruota con Sainz, con la beffa finale della FIA che gli assegna 5 secondi di penalità. Malasorte anche per l’Alpha Tauri, la scuderia di Faenza vede ritirarsi entrambe le vetture, con Gasly, vincitore dello scorso GP d’Italia, visibilmente contrariato per aver lasciato anzitempo la gara.

Dal 23esimo al 26esimo giro si consuma la sliding doors della domenica di Monza, i meccanici RedBull sbagliano il pitstop e fanno perdere trenta secondi a Verstappen, Ricciardo riprende la testa del GP e Hamilton viene richiamato ai box nel giro successivo. All’uscita dalla pitlane i due leader del mondiale si trovano ruota a ruota, il cordolo della curva alla variante del Rettifilo fa il resto, il pilota olandese stretto dalla Mercedes sale sulla monoposto di Lewis, salvato miracolosamente dall’Halo. L’impatto è clamoroso, entrambi sulla ghiaia e costretti a ritirarsi lasciando invariato il loro punteggio nella classifica del mondiale, ma d’altronde il GP d’Italia non si smentisce mai.

È di conseguenza la McLaren di Ricciardo a trarne maggiore vantaggio rimanendo in testa per il resto della contesa, con l’australiano a riassaporare il gusto della vittoria che mancava da Montecarlo 2018, la scuderia inglese invece interrompe un digiuno lungo addirittura nove anni. Per la Ferrari più di qualche speranza nel salire sul podio, purtroppo mai materializzatasi, Leclerc chiude quinto e Sainz sesto.

  1. Ricciardo
  2. Norris
  3. Bottas
  4. Perez
  5. Leclerc
  6. Sainz
  7. Stroll
  8. Alonso
  9. Russell
  10. Ocon

Ultime notizie