domenica, 26 Settembre 2021

False aste di autovetture, arrestato truffatore: si fingeva ufficiale giudiziario

Arrestato C.E. simulava vendite di autovetture falsificando atti con sigilli dello Stato e emblema della Repubblica Italiana.

Da non perdere

Eseguita dai Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania, su delega della Procura della Repubblica, nei confronti di C.E  un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal G.I.P. del Tribunale etneo, con l’accusa di perpetrazione sistematica di reati contro il patrimonio in danno di svariati soggetti e contro la fede pubblica.

Le indagini investigative, sono state condotte dalla Compagnia della Guardia di Finanza di Catania, sotto la direzione della Procura etnea. Le indagini hanno consentito di rivelare il piano dell’indagato. L’uomo inscenava plurime e fittizie vendite all’asta di automobili, su incarico di un fantomatico giudice.

Un piano studiato nei minimi dettagli. Infatti C.E richiedeva pagamenti tramite bonifico con la finalità di rendere tutto tracciato e verosimile, inoltre, prevedeva di fornire ogni caratteristica e dettaglio delle automobili messe all’asta. Il sospettato, inoltre, si fingeva un pubblico ufficiale mostrando un falso distintivo, gli atti falsificati presentavano sigilli dello Stato, emblema della Repubblica Italiana, e timbri degli uffici giudiziari, tutti falsi.

Le persone che hanno denunciato il truffatore sono state undici, con l’accusa di vendite simulate di autovetture, ed oltre 100mila euro, ricavo dal giro fraudolento perpetrato in due anni circa.

Ultime notizie