domenica, 26 Settembre 2021

Clochard uccisa: convalidato il fermo per 70enne senza tetto

L'uomo in stato di fermo è un pregiudicato che nel 1974 commise un altro omicidio. Ora è stato trasferito al carcere di Trapani.

Da non perdere

Era stata ritrovata cadavere ieri mattina davanti alla chiesa di Santa Caterina a Messina, in via Garibaldi. Sulla base delle prime indagini svolte dai Carabinieri, dall’autorità giudiziaria e dal medico legale giunti sul posto dopo le segnalazioni, la donna sarebbe stata uccisa. Il suo nome era Concetta Gioè, aveva 68 anni ed era originaria di Palermo.

Sul collo presentava profonde ferite da taglio, probabilmente prodotte da un coltello o da frammenti di una bottiglia, e intorno al suo corpo era presente moltissimo sangue. La donna frequentava assiduamente l’area della chiesa di Santa Caterina ed era stata “adottata” dalla comunità.

Le indagini sono attualmente in corso da parte del pm Piero Vinci e dagli uomini della stazione dei Carabinieri di Messina centro. Nella notte i Carabinieri hanno fermato a Messina un uomo che sarebbe sospettato per la morte della donna. Si tratterebbe di un altro senza fissa dimora, Piero Miduri, 70 anni, pregiudicato originario di Furci Siculo che nel 1974 commise un altro omicidio.

Sarebbero le immagini dei sistemi di sorveglianza della zona ad incastrarlo. Dopo essere stato interrogato per oltre due ore dal pm Vito di Giorgio, l’uomo non ha ammesso il delitto. Il gip ha poi convalidato il fermo, e l’uomo è stato trasferito al carcere di Trapani. Il senza tetto l’avrebbe colpita con un coltello circa 12 volte e uno dei fendenti le avrebbe reciso la giugulare causandone la morte.

Ultime notizie