venerdì, 24 Settembre 2021

Report settimanale, cabina di regia: “Restano in bianco Calabria e Sardegna”

Il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro: "Siamo in una situazione stabile ma leggermente decrescente".

Da non perdere

Dal nuovo report settimanale del Governo, è emerso che sono oltre 3milioni e mezzo gli italiani che hanno più di 50 anni a non hanno fatto neanche la prima dose del vaccino anticovid. Storia ben diversa per la fascia di età degli over 80, in cui il 92,20% ha completato il ciclo vaccinale. Nel range 70-79 anni, invece, la percentuale degli immunizzati è lievemente più bassa e si attesta al 88,65% .

Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, alla conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio Regionale della Cabina di Regia, ha spiegato: “Gli Ecdc mostrano un quadro in cui l’Italia si sta schiarendo con incidenza in calo e un continente dove però è presente la circolazione del virus. Siamo quindi in una situazione stabile ma leggermente decrescente. Il quadro epidemiologico italiano mostra infatti una decrescita e specie nelle fasce d’età più giovani“.

I dati della bozza di monitoraggio Iss-Ministero della Salute, all’esame della Cabina di regia, non segnalano situazioni di peggioramento per la Sicilia che, nonostante alcune preoccupazioni nel giorni scorsi, non rischia un passaggio in zona arancione e quindi resta in giallo, mentre il miglioramento dei parametri ha fatto sì che regioni come la Sardegna e la Calabria restino bianche.

L’Rt medio nazionale calcolato sui casi sintomatici di Covid, fino a fine agosto è stato pari a 0,92 (range 0,79 – 1,02), al di sotto della soglia epidemica: basti pensare che la settimana precedente era stato registrato un valore di 0.97. A scendere non solo l’Rt, ma anche l’incidenza dei casi ogni 100 mila abitanti; questo è uno degli indicatori decisionali per implementare eventuali misure anti contagio. L’incidenza è passata, nel valore nazionale, da 74 della scorsa settimana a 64 di quest’ultima, sulla base dei dati che vanno dal 3 al 9 settembre.

A rischio moderato questa settimana Friuli Venezia Giulia, Lombardia e Provincia autonoma di Bolzano. Tutte le altre Regioni/Province autonome risultano a rischio basso; l’incidenza di casi di Covid-19 più alta questa settimana è in Sicilia, Calabria e Provincia autonoma di Bolzano. La scorsa settimana anche la Sardegna aveva una incidenza tra le maggiori con Calabria e Sicilia (pari a 117,4), mentre questa settimana l’isola più occidentale d’Italia è scesa ad un valore di 73,4.

In conclusione il monito del Governo è sempre lo stesso: vaccinarsi. Infatti, mentre i vaccini sono degli strumenti per contrastare efficacemente il Covid, il tampone, seppur valido all’ottenimento temporaneo del green pass, è solo un test che vale nel momento in cui viene eseguito, non protegge da nulla, è solo una certificazione.

Per quanto riguarda la terza dose, invece, gli intenti del Governo sono due: o usarla per completare un ciclo vaccinale primario, come per gli immunodepressi, per cui non sono state sufficienti le dosi precedenti, o come booster, come richiamo. Ovviamente, come specificato dal Ministero della Salute, la precedenza verrà data a chi ha una situazione di salute precaria.

Ultime notizie