sabato, 18 Settembre 2021

Santa Maria Capua Vetere, concluse indagini su violenze in carcere a carico di 120 persone

Le indagini sulle violenze commesse dagli agenti della Penitenziaria ai danni dei detenuti, in data 6 aprile 2020, nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, si sono concluse. Indagate 120 persone tra poliziotti e funzionari Dap.

Da non perdere

Le indagini sulle violenze commesse dagli agenti della Penitenziaria ai danni dei detenuti, in data 6 aprile 2020, nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, si sono concluse. Maria Antonietta Troncone, alla direzione della Procura sammaritana, ha depositato l’avviso di fine indagini preliminari a carico di 120 persone, tra poliziotti della Penitenziaria e funzionari del Dap accusati di reati di tortura, lesioni, abuso d’autorità, falso in atto pubblico e cooperazione nell’omicidio colposo di un detenuto algerino.

Durante il periodo di lockdown erano emersi episodi di violenza avvenuti nell’istituto penitenziario casertano a seguito della rivolta e delle successive perquisizioni su 292 detenuti del reparto Nilo. Sia il Presidente del Consiglio Mario Draghi, che la Ministra della Giustizia Marta Cartabia, in visita più volte a Santa Maria Capua Vetere, avevano annunciato maggiori controlli, non solo lì ma in tutte le carceri d’Italia.

Ultime notizie