lunedì, 27 Settembre 2021

Reggio-Emilia, operazione anti-droga alle Officine: 9 arresti

Arrestate 9 persone nell'ambito di un'inchiesta coordinata dalla Procura avviata in estate. Sono state documentate 23 cessioni di stupefacenti con altrettante sanzioni amministrative elevate a carico degli "acquirenti".

Da non perdere

Tra ieri ed oggi, la Polizia di Reggio-Emilia, nel corso di un blitz, ha arrestato 9 persone nell’ambito di un’inchiesta anti-droga coordinata dalla Procura e avviata in estate. Tutti gli arrestati – ora in carcere – sono stranieri o cittadini gambiani richiedenti asilo e che occupavano abusivamente le ex Officine Reggiane, zona nei pressi della storica stazione ferroviaria, a ridosso del centro città. Qui si dedicavano allo spaccio prevalentemente di hashish, in piazzale Europa – da qui il nome dell’operazione ‘Piazzale Pulito’ – dove vi è un grande parcheggio auto, proprio per i pendolari.

Nel mese di agosto sono state documentate 23 cessioni di stupefacenti con altrettante sanzioni amministrative elevate a carico degli “acquirenti” – in genere operai, commercianti, cuochi e studenti – grazie alle quali gli agenti hanno potuto procedere a 18 arresti differiti a carico dei nove pusher arrestati più volte.
Le quantità sequestrate vanno dagli 0,5 al grammo per cessione, che non sono ingenti quantità ma un importante punto di partenza per stroncare, anche se in minima parte, lo spaccio di hashish nella zona.

Ultime notizie