domenica, 26 Settembre 2021

Trovata morta in casa dal compagno: giallo sulla confessione del vicino fermato nella fuga

La donna era riversa a terra in una pozza di sangue. A trovarla, il compagno che ha subito avvertito i Carabinieri. Il vicino, che era ai domiciliari, è stato bloccato in autostrada durante la fuga.

Da non perdere

Ieri sera, a Calmasino di Bardolino in provincia di Verona, una donna di 27 anni, Chiara Ugolini, è stata trovata morta in casa, riversa in una pozza di sangue, dal compagno con cui conviveva. È stato proprio lui a chiamare le Forze dell’Ordine intervenute immediatamente sul luogo. La ragazza, originaria di Fumane (Verona) si era trasferita in Valpolicella per convivere con il fidanzato. Ieri, non si è presentata al lavoro e subito è scattato l’allarme.

Il presunto autore dell’omicidio della donna è stato intercettato ieri sera dalle pattuglie della Polizia stradale di Firenze Nord, all’altezza di Impruneta in direzione Sud, mentre scappava a bordo di una moto sull’A1. Avrebbe reso spontanee dichiarazioni sull’accaduto alla polizia stradale e dei Carabinieri di Verona. Si tratta di un vicino la cui assenza, dati gli arresti domiciliari, è stata subito notata dagli inquirenti. Il movente del delitto ancor non è chiaro, ma intanto sulla confessione dell’omicidio è giallo. Data per certa in un primo momento, manca infatti la conferma che abbia ammesso di aver ucciso lui la povera ragazza.

Ultime notizie