venerdì, 24 Settembre 2021

Israele, in sei evadono da carcere di massima sicurezza: tra loro anche leader di al-Aqsa

Fonti della sicurezza israeliana parlano di ''uno degli incidenti più gravi della storia recente''. Tra gli evasi c'è Zakaria Zubeidi, ex comandante leader dell'ala militare di al-Fatah, le Brigate dei martiri di Al-Aqsa.

Da non perdere

Sei i detenuti sono evasi dal carcere israeliano di massima sicurezza di Gilboa, a nord-ovest di Beit She’an, vicino al Mare di Galilea. L’evasione è stata segnalata alle 4 di questa mattina, anche se i fuggiaschi potrebbero aver lasciato le loro celle prima; la notizie è stata resa nota dal Times of Israel. Una fonte della sicurezza israeliana parla alla tv nazionale di ”uno degli incidenti più gravi della storia recente”; tra gli evasi c’è Zakaria Zubeidi, un ex comandante leader dell’ala militare di al-Fatah, le Brigate dei martiri di Al-Aqsa. Gli altri cinque invece, sarebbero membri del gruppo della Jihad islamica palestinese. I detenuti stavano scontando la condanna all’ergastolo.

Secondo una ricostruzione del Times of Israel, i criminali avrebbero scavato un tunnel per fuggire; l’emittente Channel 13 suggerisce che la loro destinazione possa essere Jenin o la Giordania. Varie squadre di Polizia stanno cercando gli evasi col supporto di droni ed elicotteri, mentre spari celebrativi sono stati segnalati proprio a Jenin, nel nord della Cisgiordania, città natale dei sei evasi. Omer Barlev, Ministro della pubblica sicurezza di Israele, ha dichiarato che anche i militari dell’esercito e lo Shin Bet stanno collaborando alla ricerca dei fuggitivi che sono considerati ”molto pericolosi”. In passato, tre di loro avevano già tentato la fuga.

Ultime notizie