lunedì, 27 Settembre 2021

Milano, Salone del Mobile 2021: 423 brand, 170 giovani creativi e 39 maker, per un totale di oltre 1.900 progetti esposti

Al via il 5 settembre il Supersalone, l'edizione 2021  che torna a Milano dopo uno stop di 18 mesi dovuto alle restrizioni legate alla pandemia. All'inaugurazione ha partecipato anche il Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella.

Da non perdere

Al via il 5 settembre il Supersalone, l’edizione 2021  che torna a Milano dopo uno stop di 18 mesi dovuto alle restrizioni legate alla pandemia. All’inaugurazione ha partecipato anche il Presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella.

L’evento, voluto da Federlegno Arredo Eventi Spa, è stato affidato al curatore Stefano Boeri e a un gruppo internazionale di co-progettisti: “la Fieria andrà in scena nei primi quattro padiglioni di Rho Fiera Milano, fino al 10 settembre e vedrà le migliori produzioni e sperimentazioni realizzate da un intero settore in un anno e mezzo. Al centro la tutela della salute, con l’obbligo di mascherine, distanziamento e green pass e quattro hub per i tamponi rapidi dove fare un test antigenico rapido al costo di 22 euro”.

L’ingresso al pubblico costa 15 euro, i visitatori possono registrarsi e acquistare i biglietti esclusivamente on-line. In mostra 423 brand, 170 giovani creativi e 39 maker, per un totale di oltre 1.900 progetti esposti. Tra le novità in elenco in questa nuova edizione la nuova piattaforma digitale del Salone, che permette di visionare i prodotti esposti tramite QR code esposto in fiera e che permette di prenotarli per un possibile acquisto. La piattaforma permette anche di visitare virtualmente le mostre e assistere ai live streaming.

Anche l’accoglienza è stato oggetto di cura e immaginazione: ad accogliere il pubblico una barriera verde formata da un centinaio di alberi, un piccolo bosco realizzato con la collaborazione tra il Salone del Mobile e Forestami, il progetto che prevede di piantare tre milioni di alberi nella Città metropolitana di Milano entro il 2030. Altri cento alberi ad alto fusto sono stati posizionati all’interno delle varie aree espositive e in zone relax.

Ultime notizie