domenica, 26 Settembre 2021

Afghanistan, i talebani cancellano il murale sugli Accordi di Doha

Il murale è stato cancellato dai talebani, sostituito da una scritta in bianco e nero che dice "Non ti fidare della propaganda del nemico", una citazione del mullah Haibatullah.

Da non perdere

“Hanno iniziato”, scrive sul suo profilo Twitter Omaid H. Sharifi, uno degli artisti del collettivo ArtLords e autore di un iconico murale a Kabul per celebrare gli accordi di Doha. Sharifi ha dovuto lasciare l’Afghanistan con la sua famiglia nei giorni scorsi e il murale è stato cancellato dai talebani, sostituito da una scritta in bianco e nero che dice “Non ti fidare della propaganda del nemico”, una citazione del mullah Haibatullah.

Sharifi, che si descrive come “artivist”, nel suo tweet pubblica le immagini del prima e dopo l’arrivo dei talebani che, dice l’artista, “hanno cominciato a dipingere sopra i nostri murales. Hanno cominciato con quello storico che ha segnato la firma degli accordi di Doha. Il murale Baradar Khalilzad non c’è più”. L’opera era diventata una delle immagini simbolo degli accordi del febbraio 2020, e ritraeva l’inviato speciale di Trump per l’Afghanistan, Zalmay Khalilzad, che tende la mano al mullah Abdul Ghani Baradar.

Ultime notizie