sabato, 25 Settembre 2021

Morto in monopattino, la Procura Minori di Milano dispone accertamenti sul mezzo

I magistrati hanno disposto un'ulteriore perizia per risalire all'esatta dinamica dei fatti ed accertare se il mezzo abbia avuto un guasto improvviso o se, all'origine della tragedia, ci possa essere l'eccessiva velocità o una errata manovra.

Da non perdere

La Procura dei Minorenni di Milano ha deciso di approfondire le cause del decesso di Fabio Mosca, il 13enne morto per una caduta dal monopattino di proprietà di un amico 17enne, che ora è indagato per omicidio colposo. L’incidente è avvenuto la scorsa settimana a Sesto San Giovanni (Milano).

I magistrati hanno disposto un’ulteriore perizia per risalire all’esatta dinamica dei fatti ed accertare se il mezzo abbia avuto un guasto improvviso, tale da causare un blocco improvviso e la caduta del ragazzino. Allo stesso tempo, si cerca di stabilire se, all’origine della tragedia, ci possa essere l’eccessiva velocità o una errata manovra effettuata dalla vittima.

Infine, è ancora da verificare se il tredicenne abbia effettivamente chiesto all’amico 17enne il permesso di provare il monopattino o se, come afferma il proprietario del mezzo, la vittima lo abbia preso senza chiedergli nulla, mentre stavano chiacchierando in un parco.

Ultime notizie