giovedì, 16 Settembre 2021

L’attesa è finita: inaugurato il nuovo Mercato Centrale di Milano

Ha aperto ufficialmente oggi il nuovo Mercato Centrale di Milano, dove, ogni giorno dalle 7 del mattino fino a mezzanotte si possono gustare tante novità.

Da non perdere

Ha aperto oggi a Milano il nuovo Mercato Centrale, spazio dedicato alla cultura, al cibo e alle botteghe del gusto dove gli artigiani chiamati all’appello proporranno ogni giorno, dalle 7 del mattino fino a mezzanotte, le loro prelibatezze. Il Mercato è stato ricavato negli spazi a piano terra della Stazione Centrale, in disuso da anni e che sono stati protagonisti di un intervento di riqualificazione. “L’iniziativa in sé creerà lavoro, aiuterà anche i piccoli produttori e i piccoli distributori” – ha commentato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala – “È importante perché è un altro tassello di riqualificazione di questa zona dove ci sarà ancora tanto da fare, ma tanto è stato già fatto”.


La lista delle botteghe e degli artigiani che da oggi è possibile trovare al Mercato Centrale di Milano è lunghissima: Il succo e il verde – Cesare Cacciapuoti e Nicolò De Gregorio; Il pane e i dolci – Davide Longoni; Il mulino – Mattia Giardini e Alberto Iossetti; I ravioli cinesi – Agie Zhou; La sfogliatella napoletana – Sabato Sessa; Il tartufo – Luciano Savini;La birreria – Luigi Moretti; La pasticceria – Vincenzo Santoro; Il gelato e il cioccolato – Riccardo Ronchi ed Edoardo Patrone; Il riso – Sergio Barzetti; La pizza – Giovanni Mineo e Simone Lombardi; La carne e i salumi – Fausto Savigni; L’hamburger di Chianina – Enrico Lagorio; Il girarrosto – Alessandro Baronti; L’enoteca – Tannico; La pasta fresca – Famiglia Michelis; La cucina di pesce – Ruggero Orlando; Il cocktail bar – Flavio Angiolillo; Il fish bar – Jérémie Depruneaux; Il ristorante – Piero e Luca Landi; La scuola di cucina – Alessio Leporatti; Il laboratorio radiofonico – Alessio Bertallot; Il mercatino biologico – Tommaso Carioni; Il caseificio – Tommaso Carioni; La gastronomia genovese – Marco Bruni; L’american barbecue – Joe Bastianich; Il bollito e il lampredotto – Giacomo Trapani; I fiori e le piante – Rosalba Piccinni.

Come abbiamo già avuto modo di scrivere, Milano questa volta si trova ad inseguire, l’idea non è nuova ed è anzi stata già sfruttata con successo da altre capitali europee, forse per questo si è deciso di giocare la carta di nomi importanti. Oltre al presidente e fondatore, Umberto Montano, hanno preso parte all’inaugurazione della struttura anche il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, il governatore lombardo, Attilio Fontana, i sindaci di Torino e Firenze, Chiara Appendino e Dario Nardella, dove già esiste il progetto, e l’assessore allo Sviluppo Economico e Lavoro del Comune di Roma, Andrea Coia. La curiosità è tanta, per capire se le aspettative saranno soddisfatte, quella dell’inaugurazione non è certo l’occasione migliore. Torneremo al nuovo Mercato Centrale di Milano molto presto, andremo alla ricerca delle più gustose novità che propone, culinarie e non solo.

Ultime notizie