domenica, 26 Settembre 2021

Afghanistan, Talebani al lavoro su nuovo governo. Europa tratta per corridoi umanitari

I Talebani vicini alla nomina di un nuovo leader alla guida suprema del Paese. Le donne resteranno fuori. A Washington è scontro tra Difesa e Intelligence americana per il disastroso ritiro delle truppe.

Da non perdere

Gli Americani hanno lasciato il paese e l’Afghanistan dei Talebani sfila festeggiando a Kandahar con i mezzi corazzati lasciati dagli Stati Uniti, invitando gli uomini del Panshir a deporre le armi, unica provincia ancora in piedi a resistere per non cadere sotto il fondamentalismo.

Intanto, il Paese comincia a delineare il suo futuro, che verrà affidato ad un governo islamico e che potrebbe essere annunciato anche oggi. Sono ancora in migliaia le persone in attesa nella speranza che le trattative in Qatar portino all’apertura di corridoi umanitari, incluse le ragazze della nazionale di calcio femminile afghana a rischio di rappresaglia.

Secondo il New York Times, il potere sarà gestito da un’autorità religiosa, forse il Mullah Akhundzada e da una guida politica, il Mullah Baradar che ha guidato i negoziati a Doha con Trump.

Intanto, l’Europa prepara il piano per i rifugiati. Ne parleranno stasera a Marsiglia il presidente francese Macron e il presidente del Consiglio Draghi. A Washington, invece, è scontro tra il dipartimento della Difesa e l’Intelligence americana, accusata del ritiro disastroso. “Cercano una capro espiatorio” è la difesa degli 007 americani.

Ultime notizie