venerdì, 24 Settembre 2021

Casco obbligatorio in monopattino, sindaci più attivi del Parlamento. E Parigi abbassa i limiti di velocità

Una sola proposta delle 4 presentate è in discussione in Commissione Traporti. Sesto San Giovanni, come Firenze, obbliga l'uso del caso, dopo la morte del 13enne che ha sbattuto la testa nella caduta. La Toscana studia l'obbligo in tutta la Regione. Parigi rallenta i flussi di traffico nel nome della sicurezza e del clima.

Da non perdere

Si deve arrivare a contare innumerevoli morti e feriti, prima di prendere in mano la situazione e rendersi conto della pericolosità di alcuni trasporti messi a disposizione di chiunque senza alcun controllo serrato. I monopattini elettrici che sono stati arrivati nelle città a ridosso del lockdown, sono stati un ottimo affare in matteria di traffico, velocità nei vari spostamenti, parcheggio, ma anche di pericolosità.

L’ultimo caso, due giorni fa, quello dell 13enne morto a causa di una caduta da un monopattino, che aveva chiesto di poterlo provare a un amico, ha fatto scattare la necessità di mettere in sicurezza questo mezzo e garantire una circolazione stradale adatta ai monopattini a propulsione prevalentemente elettrice.

Le proposte di legge presentate in Parlamento, in merito all’argomento, al momento sono quattro, due presentate alla Camera e due al Senato. Tra queste, per ora, solo una è in corso d’esame nella commissione dei Trasporti a Montecitorio. Il provvedimento prevedrebbe l’obbligo del casco, un limite di velocità massima a 30km orari e di essere maggiorenni.

Roberto Rosso, deputato di Forza Italia, propone il limite di velocità a 20 km orari su piste ciclabili e di 30 km orari sulle strade urbane, divieto di utilizzo del monopattino la sera, da dopo il tramonto, ribadendo la maggiore età e l’obbligo del casco.

Non sarà obbligatorio portare il casco sui monopattini solo ai minorenni a Firenze, come ora, ma dal primo dicembre, sarà obbligatorio per chiunque in Toscana, almeno questo è ormai l’indirizzo preso in Regione. Nonostante i pareri discordanti sull’effettivo rispetto di questa ordinanza, l’obbligo del casco potrebbe presto estendersi a macchia di leopardo.

Ma il tema dei limiti di velocità è trasversale e riguarda ormai non solo i monopattini; quello di rallentare i flussi di traffico nel nome della sicurezza e del clima sta diventando argomento di discussione non solo in Italia. Dopo Grenoble, Lille e Montpellier, la stretta arriva infatti anche a Parigi. Ormai da qualche giorno, il limite di velocità non è più di 50 km orari, ma è sceso a 30 km orari, questo per migliorare la sicurezza stradale, far calare l’inquinamento acustico e adattare il funzionamento della capitale ai cambiamenti climatici.

Ultime notizie