sabato, 25 Settembre 2021

Britney Spears ancora succube del padre: “Se ne deve andare prima possibile”

Continua la lotta di Britney Spears per liberarsi dalla "tutela" del padre Jamie. L'avvocato della pop star alza il tiro.

Da non perdere

Si torna a parlare di Britney Spears, popstar la cui azione in tribunale nei confronti del padre Jamie si è protratta più del previsto. La cantante voleva liberarsi dalla “tutela” del padre Jamie, che nel corso del tempo non si era fermata a semplice supporto e tutela ma si è trasformata in abuso e sfruttamento. Molte star della musica, tra cui Madonna, hanno abbracciato la decisione della 39enne, dandole tutto il loro sostegno. Il 13 agosto scorso, dopo una lunga battaglia a carte bollate, il padre aveva rinunciato al suo ruolo. Pensavamo che la storia fosse finita, ma non è stato così.

Rosengart, l’avvocato della popstar, ha infatti dichiarato: “Jamie se ne deve andare al più presto possibile. Lo status quo non è più tollerabile”, la questione non è per niente finita, l’avvocato ha continuato appellandosi all’amore che nutre Jamie nei confronti della figlia, incitandolo a dimettersi nella giornata di oggi, prima che sia troppo tardi e venga sospeso. Inoltre, l’avvocato ha ribadito che la 39enne non deve essere vittima di alcuna estorsione, vista la quota richiesta dal padre.

Ultime notizie