giovedì, 16 Settembre 2021

Afghanistan, Giustizia e maggioranza: il settembre caldo di Draghi. Giovedì a Marsiglia da Macron

Mario Draghi volerà domani dal premier francese Manuel Macron. L'accoglienza dei profughi afgani sarà il centro della discussione. Draghi chiede all'Europa di essere unita e collaborativa.

Da non perdere

Dopo il giro di telefonate per organizzare il G20, Draghi inizia gli incontri. Il primo appuntamento è fissato per domani, a Marsiglia con Macron. Al centro dell’attenzione sarà la questione dell’accoglienza di chi fugge dai Talebani.

Un tema che impegna soprattutto l’Unione Europea, sul quale il premer Draghi chiede di muoversi in maniera unita e collaborativa. Ma il capo del Governo deve anche mettere al riparo il suo esecutivo dalle insidie interne. Continuano, quindi, anche i suoi incontri periodici con i leader della sua maggioranza.

Ieri ha visto il segretario del PD Letta, la ministra Cartabia e i capi gruppo della maggioranza della Commissione di Giustizia del Senato in vista della riforma del processo civile. Il premier vuole infatti velocizzare il percorso verso la riforma complessiva della Giustizia.

Gli altri temi di cui presto si dovrà discutere sono ius soli e ddl Zan, intanto si guarda alle elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre. I risultati, infatti, saranno importanti per gli equilibri e le future scelte politiche del suo governo.

Ultime notizie