venerdì, 24 Settembre 2021

Paralimpiadi, argento e bronzo con Palazzo e Raimondi. Bebe Vio d’oro: “Ho rischiato di morire”

Bronzo con Stefano Raimondo dopo l'oro di giovedì e argento con Xenia Palazzo, che vinto l'argento nei 200 misti. Gli occhi erano tutti puntati su Bebe Vio, che in finale se l'è vista con la cinese Jingjing Zhou, già battuta a Rio2016.

Da non perdere

La grande attesa era per tutta per lei, Bebe Vio, arrivata in finale di fioretto femminile, categoria B, alle Paralimpiadi di Tokyo. Alle 13 ora italiana la campionessa paralimpica in carica si è giocata la medaglia d’oro con la cinese Jingjing Zhou, già battuta alla finale a Rio 2016. L’Azzurra in semifinale ha battuto per 15-4 la russa Ludmila Vasileva.

Stoccata dopo stoccata la Vio si è portata implacabile fino al 7-2 lasciando pochissimo spazio alla sua avversaria, che si è rifatta sotto di due stoccate, ma la finale è stata interrotta qualche minuto per un problema proprio all’Azzurra. Alla ripresa Bebe Vio è ripartita carica come prima, ma la gara si assesta su un certo equilibrio. La cinese va sotto 10 a 6 per un cartellino rosso, con la stoccata assegnata alla nostra atleta. Alla fine chiude 15-9, Bebe Vio porta a casa un’altra medaglia d’oro.

“Non credevo di arrivare fin qui – ha raccontato dopo la finale – ho avuto un’infezione da stafilococco che è andata molto peggio del dovuto. La prima diagnosi era amputazione entro due settimane – dice riferendosi all’arto sinistro – e morte entro poco. Sono felice, avete capito perché ho pianto così tanto? L’ortopedico ha fatto un miracolo, è stato bravissimo, tutto lo staff lo è stato. Questa medaglia assolutamente non è mia, è tutta loro”.

Altre soddisfazioni sono arrivate dal nuoto prima con Stefano Raimondi ha preso il bronzo nei 100 stile libero di nuoto categoria s10, dopo l’oro nei 100 rana Sb9 di giovedì, poi con Xenia Palazzo, che vinto l’argento nei 200 misti di nuoto categoria Sm8.

Ultime notizie