mercoledì, 22 Settembre 2021

Aghanistan, fuoco con la mitragliatrice contro aereo di evacuazione italiano: è giallo

Fonti di intelligence smentiscono quanto trapelato da fonti militari. Manovra di emergenza per togliere il C130 dalla traiettoria dei proiettili, l'aereo si era appena alzato in volo quando sono partiti i colpi.

Da non perdere

Fonti militari italiane riferiscono di alcuni colpi di mitragliatrice esplosi all’indirizzo di un C130 mentre era in fase di decollo dalla pista dell’aeroporto di Kabul. A quanto si apprende non ci sono stati danni danni né tanto meno feriti, a bordo giornalisti  e 98 civili afghani. L’aereo era con i mortori al massimo in piena fase di decollo, aveva già staccato le ruote da terra quando sono stati esplosi i colpi.

La pilota, ufficiale dell’Aeronautica, ha effettuato una manovra di emergenza per spostare il C130 dalla traiettoria dei proiettili, probabilmente partiti da una mitragliatrice. Il volo è proseguito fino in Kuwait, da dove gli evacuati proseguiranno per il viaggio verso l’Italia con un KC767.

La notizia è stata battuta da tutte le agenzie di stampa principali, a stretto giro è arrivata la smentita dall’intelligence, che ha escluso si sia verificato un episodio di questa portata, gravissimo, parlando piuttosto di possibili colpi sparati in aria. A questo punto è giallo, resta da capire chi abbia ragione.

Ultime notizie