mercoledì, 22 Settembre 2021

Canapa illegale “spacciata” per light: distrutte 5mila piante migliaia di euro andati in fumo

La piantagione sequestrata avrebbe prodotto diverse centinaia di chilogrammi di marijuana e fruttato centinaia di migliaia di euro.

Da non perdere

A Viterbo la Guardia di Finanza ha sequestrato 5mila piante di canapa coltivate su un’area di circa 12mila metri quadri. Lo rende noto l’Ufficio Stampa delle Fiamme Gialle con un comunicato arrivato in redazione. Grazie ai continui monitoraggi per lo studio della coltivazione, si legge, a seguito di un’approfondita campionatura, è stato possibile accertare che il quantitativo ed il contenuto di tetraidrocannabinolo (THC), principio attivo in base al quale si stabilisce il rispetto della normativa in materia di coltivazione della canapa, è risultato di quasi quattro volte superiore al consentito.

I risultati infatti erano molto più alti rispetto a quelli previsti per le coltivazioni di canapa “legale”, per questo le piante sono state catalogate a tutti gli effetti “sostanza stupefacente”. In un primo momento la Procura ha sequestrato le 5mila piante, ma una volta ricevuti i risultati delle analisi chimiche, ha disposto l’estirpazione delle piante e l’immediata distruzione.

 

Ultime notizie