mercoledì, 22 Settembre 2021

Charlie Watts, lo storico batterista dei Rolling Stones è morto oggi all’età di 80 anni

Era già nell'aria che qualcosa non andava bene, lo storico batterista aveva ultimamente dichiarato che non sarebbe partito nel prossimo tour con i suoi Rolling Stones, era già in convalescenza per dopo aver subito un intervento chirurgico e le sue condizioni erano prearie e destavano molte preoccupazioni.

Da non perdere

È morto il batterista dei Rolling Stones Charlie Watts, aveva 80 anni. Era già nell’aria che qualcosa non andava bene, lo storico batterista aveva ultimamente dichiarato che non sarebbe partito nel prossimo tour con i suoi Rolling Stones, era già in convalescenza dopo aver subito un intervento chirurgico e le sue condizioni erano precarie e destavano molte preoccupazioni. Aveva già  fatto sapere di aver bisogno di riposo e di non poter prendere parte alle prove della band che inizieranno tra l’altro un paio di settimane: i Rolling Stones riprenderanno il No Filter tour dal 26 settembre partendo da Saint Louis in Missouri. Tra le tappe Dallas, Atlanta, Los Angeles e Las Vegas.

“Per una volta, il mio tempismo è stato leggermente sbagliato” aveva detto ironicamente dopo l’intervento subito di cui si intuisce la causa ma che non è mai stata confermata, “Sto lavorando duramente per essere completamente in forma ma ora devo accettare, su consiglio dei medici, il fatto che ci vorrà tempo” e poi ha aggiunto ” Dopo tutte le delusioni patite dai nostri fan a causa del Covid, non voglio che debbano accettare un ulteriore rinvio”.

Per il tour, Watts sarebbe stato sostituito da Steve Jordan, un musicista di fama internazionale che ha collaborato con una serie di grandi star tra cui John Mayer, Eric Clapton, Bruce Springsteen e Neil Young. Jordan faceva parte anche degli X-pensive Winos, la band che Keith Richards mise in piedi alla fine degli anni Ottanta. “Sarò felicissimo di restituire il posto a Charlie non appena mi dirà che è pronto a tornare in pista”, aveva dichiarato il 64enne batterista lanciato quando era giovanissimo da Stevie Wonder.

“E’ un duro colpo per tutti noi – ha twittato tempo fa, Keith Richards – speriamo che Charlie si riprenda completamente e torni prima possibile. Purtroppo questo è accaduto ieri, tutti speravano che potesse riprendersi. Oggi ci lascia un grande artista che ha segnato diverse decadi musicali e la vita di tanti di noi.

Ultime notizie