mercoledì, 22 Settembre 2021

Si tuffa nel lago per non farsi arrestare: morto 27enne fuggiti i due complici

In tre si sono tuffati per non farsi prendere, ma solo due sono riemersi. Inutili i soccorsi, i complici hanno fatto perdere le proprie tracce mentre l'uomo ha peso la vita.

Da non perdere

Il corpo senza vita di un 27enne è stato trovato questa mattina nel laghetto del Parco Forlanini, in via Salesina a Milano. Si tratta di un cittadino marocchino che, inisieme altri due, ha cercato di fuggire, a bordo di un’auto, da una Gazzella dei Carabinieri che aveva intimato loro di fermarsi, sempre in mattinata, quando si trovavano nel territorio di Settala, nel Milanese.

L’inseguimento è durato una decina di minuti, circa 15 chilometri, terminato poi all’interno del parco Forlanini a Milano, dove i tre sono stati costretti ad abbandonare la macchina e si sono tuffati nel lago artificiale.

I militari hanno infatti trovato l’auto chiusa e tuffarsi i tre uomini, ma dal lago sono riemersi in due. Inutili i tentativi dei soccorritori, i sommozzatori dei Vigili del Fuoco, hanno ritrovato il corpo dell’uomo, 27enne con precedenti già destinatario di un ordine di espulsione. L’auto è risultata intestata ad un italiano di 54 anni residente a Crema, pregiudicato, intestatario di altri otto veicoli. Gli altri due che era in macchina col deceduto hanno fatto perdere le proprie tracce.

Ultime notizie