mercoledì, 22 Settembre 2021

Abusi sessuali su una 18enne nel B&b: uno in manette l’altro fugge all’estero. Vittima stordita dall’alcol

La ragazza ha raccontato di essersi sentita stordita dall'alcol consumato durante la serata in compagnia dei due. L'inchiesta mira a capire se ci siano stati altri episodi di violenza con la stessa tecnica.

Da non perdere

Uno in carcere, l’altro fuggito all’estero; si tratta di due uomini d’età compresa fra i 20 e i 30anni, accusati da una studentessa 18enne di abusi sessuali. La violenza si sarebbe consumata nella stanza di un Bed&breakfast a Milano presa in affitto dai due e dove la ragazza sarebbe stata invitata a trascorre la notte.

Secondo quando raccontato dalla studentessa, tutto è successo a maggio scorso. Dopo la denuncia, uno dei due, entrambi risultano essere di origine nordafricana, è stato arrestato ed è finito in carcere su ordinanza firmata dal gip Manuela Scudieri. L’altro accusato è latitante perché fuggito all’estero.

La ragazza italiana ha raccontato di essere rimasta stordita dall’alcol bevuto durante la serata in compagnia dei due accusati. Nell’indagine ci sarebbe anche un testimone, un amico della 18enne che l’aveva accompagnata nel B&b.

L’inchiesta portata avanti dalla Squadra Mobile punta a verificare se siano stati commessi abusi su anche altre ragazze con lo stesso metodo, quello di affittare camere nelle strutture ricettive della città. Nel mirino ci sono alcuni frequentatori abituali della vita notturna alle Colonne di San Lorenzo.

Ultime notizie