sabato, 25 Settembre 2021

Afghanistan, Nato: “Non permetteremo ai terroristi di minacciarci”

È quanto hanno dichiarato i ministri degli Esteri della Nato sulla situazione in Afghanistan, nel corso di una riunione straordinaria sulla crisi in atto.

Da non perdere

Negli ultimi 20 anni abbiamo negato con successo ai terroristi un rifugio sicuro in Afghanistan da cui istigare attacchi. Non permetteremo ad alcun terrorista di minacciarci. Restiamo impegnati nel combattere il terrorismo con determinazione, risolutezza e solidarietà“. È quanto hanno dichiarato i ministri degli Esteri della Nato sulla situazione in Afghanistan, nel corso di una riunione straordinaria sulla crisi in atto.

Chiediamo a tutte le parti in Afghanistan di lavorare in buona fede per stabilire un governo inclusivo e rappresentativo, anche con la partecipazione significativa di donne e minoranze“, hanno affermato ancora i ministri, spiegando che “qualsiasi futuro governo afghano deve aderire agli obblighi internazionali dell’Afghanistan, salvaguardare i diritti umani di tutti gli afghani, in particolare di donne, bambini e minoranze, sostenere lo stato di diritto, consentire il libero accesso umanitario e garantire che l’Afghanistan non sia mai più rifugio sicuro per i terroristi“.

Insieme, rifletteremo pienamente sul nostro impegno in Afghanistan e trarremo le lezioni necessarie“, si legge nel comunicato diffuso dopo la riunione tenuta in videoconferenza. “Continueremo a promuovere l’Afghanistan prospero e stabile che il popolo merita – assicurano – e ad affrontare le questioni cruciali che affrontano l’Afghanistan e la regione nell’immediato futuro e oltre, anche attraverso i partner della regione e internazionali, come Ue e Onu“.

I Talebani a Kabul devono assolutamente mantenere gli impegni presi con la comunità internazionale, non dare rifugio all’Isis o ad al Qaeda, rispettare i diritti umani e garantire il libero passaggio delle persone“, ha ribadito il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, al termine della riunione. “Quello che sta accadendo in Afghanistan è una tragedia per il popolo afghano. La situazione resta difficile e imprevedibile“. “La principale priorità della Nato al momento è far uscire le persone e continuare le nostre operazioni all’aeroporto di Kabul“, ha aggiunto il segretario generale, “La principale sfida che affrontiamo comunque è assicurare che le persone possano raggiungere ed entrare nell’aeroporto di Kabul. Ci aspettiamo che i Talebani garantiscano un corridoio sicuro per i cittadini stranieri e afghani che cercano di lasciare il Paese“.

Ultime notizie