mercoledì, 22 Settembre 2021

Tenta di strangolare la ex, la violenta e la tormenta con minacce di morte: arrestato

È riuscita a sfuggire alla furia omicida del suo ex e, nonostante le sue ripetute minacce di morte, la vittima si è recata in Questura per denunciare il suo aguzzino e raccontare la mattinata di terrore vissuta.

Da non perdere

È riuscita a sfuggire alla furia omicida del suo ex e, nonostante le sue ripetute minacce di morte, si è recata in Questura per denunciare il suo aguzzino e raccontare la mattinata di terrore vissuta lo scorso 12 agosto quando lui ha tentato di strangolarla, l’ha violentata e ha preso a mandarle messaggi con minacce di morte.

Lei è una donna del Cesenate; lui, un 66enne di Busto Arsizio, arrestato dalla Polizia per tentato omicidio e atti persecutori, al termine delle indagini.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, l’uomo, un 66enne residente di Busto Arsizio (Varese), ha fatto irruzione in casa dell’ex compagna e ha provato a strangolarla, stringendole il collo con un cappio. La donna dapprima è riuscita a liberarsi grazie al suo cane, un rottweiler che ha attaccato l’uomo. È fuggita dall’abitazione, chiedendo invano aiuto. Il 66enne, infatti, l’ha raggiunta e trascinata in casa, dove ha abusato di lei. Andando via, l’uomo ha continuato a mandare alla donna una serie di messaggi con minacce di morte e di violenza.

La vittima, dopo essersi recata in ospedale, seppure terrorizzata, ha deciso di andare in Questura dove ha racconta l’accaduto ai poliziotti della Squadra Mobile. La donna ha portato con sé anche il cappio utilizzato per il tentativo di strangolamento; ha mostrato le ferite e i segni sul corpo e ha sporto denuncia contro il suo ex. Le procedure previste dal Codice rosso, hanno permesso di avviare le indagini, con il coordinamento della Procura, e di ricostruire i particolari delle violenze subite dalla donna. Inoltre, gli agenti hanno potuto documentare anche altri precedenti episodi di stalking nei suoi confronti.

L’uomo è stato rintracciato e arrestato a Busto Arsizio da poliziotti della Squadra Mobile della Questura di Forlì, in collaborazione con i colleghi di Varese.

Ultime notizie