sabato, 18 Settembre 2021

In manette il ras di Castellammare, preso a Dubai il latitante Raffaele Imperiale

Grazie ad un ingente patrimonio illecito era riuscito ad aggiudicarsi sul mercato nero due dipinti di Van Gogh di valore inestimabile, rubati nel 2002 ad Amsterdam.

Da non perdere

Raffaele Imperiale, conosciuto anche come il ras di Castellammare, è stato arrestato oggi a Dubai, negli Emirati Arabi, nel corso di indagini coordinate dalla Procura di Napoli e condotte dal Gico di Napoli e dalla Squadra Mobile della Questura, col supporto dei Servizi Centrali della Guardia di Finanza e della Polizia di Stato. Il Ministero di Giustizia sta perfezionando le intese per completare la procedura di estradizione in tempi brevi.

Il nome di Imperiale era apparso sui media nei giorni scorsi, quando il Ministero dell’Interno aveva diffuso il report della Direzione centrale della Polizia criminale sui latitanti della criminalità organizzata, ‘ndrangheta, camorra, criminalità pugliese, cosa nostra. Fra i primi 6, considerati tra i più pericolosi, c’era anche Raffaele Imperiale.

Classe ’74, il latitante era riuscito a costruire nel tempo un imponente network di trafficanti internazionali, in particolare di cocaina. Imperiale è noto anche per il suo amore per l’arte: grazie ad un ingente patrimonio illecito era riuscito ad aggiudicarsi sul mercato nero due dipinti di Van Gogh di valore inestimabile: “La Spiaggia di Scheveningen”, del 1882, e la “Chiesa di Nuenen”, del 1884, rubati nel 2002 ad Amsterdam, in Olanda, e ritrovati dalle Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Napoli in una vecchia villa a Castellamare di Stabia nel 2016.

Ultime notizie