domenica, 26 Settembre 2021

Pipì nella Volante, genitali in mostra agli agenti: ubriachi smaltiscono la sbornia al fresco

Caldo e ubriachezza sono un mix davvero esplosivo, che ha originato due episodi quantomeno bizzarri, in due luoghi molto lontani fra loro.

Da non perdere

Caldo e ubriachezza sono un mix davvero esplosivo, che ha originato due episodi quantomeno bizzarri, in due luoghi molto lontani fra loro.

A Busto Arsizio, un uomo si è sporto dal finestrino urlando insulti ai poliziotti che, ieri pomeriggio, stavano controllando gli occupanti di un’auto in piazza Mazzini. Dopo un breve inseguimento, gli agenti lo hanno raggiunto in via Dante. Qui, due dei tre occupanti la vettura, disorientati dalla condotta dell’amico, hanno subito collaborato con gli agenti. Al contrario, il trentunenne, che era evidentemente ubriaco, ha proseguito in una sequela di insulti e minacce, provocando anche lo scontro fisico. Non riuscendo ad ottenere la reazione desiderata, allora, ha deciso di abbassarsi i pantaloni e alzare la maglietta per mostrare le parti intime. L’autore di questa bravata è stato quindi arrestato per resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale.

Il secondo episodio, è avvenuto a Genova, dove un 37enne ubriaco fradicio, fermato dalla Polizia, prima ha tentato di aggredire gli agenti, poi ha rifiutato di fornire nome e documenti, infine, ha deciso di prendersela con la Volante, colpendo finestrini e divisorio con calci e pugni. Non contento, ha deciso di spogliarsi completamente e urinare nell’auto di servizio. Dopo il foto-segnalamento, all’uscita della Questura, ha urinato di nuovo, questa volta sul marciapiede, accanto alle auto di servizio. È stato riportato dentro e denunciato per rifiuto d’indicazione sulla propria identità personale, resistenza a pubblico ufficiale e deturpamento ed imbrattamento di cose altrui e, alla prima sanzione per ubriachezza, ha aggiunto anche quella per atti contrari alla pubblica decenza.

Ultime notizie