sabato, 18 Settembre 2021

Padova, dottoressa sospesa perché no-vax: era l’unico medico base

La donna ha affisso lo stesso messaggio all'ambulatorio, in farmacia, all'ingresso del veterinario, in Posta e sulla piazza del municipio. 

Da non perdere

“Si avvisano i signori pazienti che da oggi sono stata sospesa dal mio incarico di medicina generale per non aver effettuato il vaccino obbligatorio contro il Covid-19”.

A Cervarese Santa Croce un piccolo paese del Padovano, con queste parole Dina Sandon, unico medico di base, ha annunciato che non avrebbe più potuto continuare ad esercitare la sua professione.

La donna ha affisso lo stesso messaggio, per avvisare i suoi 1300 pazienti, dalla porta dell’ambulatorio a quelle delle farmacie, all’ingresso del veterinario, ma anche in Posta e sulla piazza del municipio.

Molti pazienti sono rimasti senza parole e un suo paziente racconta: “Non avrei mai detto che potesse essere una no vax, in tutti questi anni è stata sempre disponibile e di grande aiuto e non le ho mai sentito fare strani discorsi”.

Ultime notizie