sabato, 25 Settembre 2021

Rimini, traditi da tatuaggi e cicatrici: in manette rapinatori seriali

La Polizia di Stato di Rimini ha arrestato e condotto in carcere la banda di giovani che ieri avrebbe messe a segno una serie di rapine nel giro di poche ore, tra mattina e pomeriggio.

Da non perdere

Sono stati traditi da cicatrici e tatuaggi tre cittadini marocchini di 31, 29 e 21 anni, irregolari sul territorio, arrestati oggi con l’accusa di rapina pluriaggravata in concorso e ricettazione.

Si ritiene che, armati di coltelli e bottiglie rotte, i tre abbiano commesso diverse rapine nella zona di Rimini Sud e Marina Centro. La Polizia di Stato della città romagnola ha arrestato e condotto in carcere la banda di giovani che ieri avrebbe messe a segno una serie di rapine nel giro di poche ore, tra mattina e pomeriggio. Una banda che era diventata un vero incubo per cittadini e turisti.

In mattinata, la prima aggressione ai danni di una turista francese, alla quale è stato sottratto il portafogli sotto la minaccia di una inesistente pistola. Di seguito, avrebbero derubato due turisti tedeschi, utilizzando un’arma da taglio puntata all’addome di uno dei due. Anche in questo caso i rapinatori si sono fatti consegnare il portafogli, sotto la minaccia di una bottiglia di vetro rotta.
Grazie a preziose segnalazioni, i poliziotti sono intervenuti riuscendo a fermare uno della banda mentre tentava di sfuggire buttandosi in acqua. Nella stessa zona, poi, gli agenti hanno bloccato gli altri due presunti componenti della banda.

Ultime notizie