giovedì, 23 Settembre 2021

Bottigliata in testa al compagno durante la lite: morto 51enne. La donna ha confessato

I due si sono conosciuti sui social, la donna originaria di Rovigo si è trasferita nel Palermitano in un secondo momento. Interrogata tutta la notte dai militari, le cose non andavano bene da tempo.

Da non perdere

A Palermo un uomo di 51 anni è stato ritrovato privo di vita nella sua abitazione; la vicenda sembra essere degenerata durante una lite con la convivente, che durante la discussione lo avrebbe colpito con una bottiglia di vetro alla testa.

Il fatto si è svolto nella tarda serata di ieri, intorno a mezzanotte è stata confermata la morte della guardia medica. Secondo le prime ricostruzioni dei Carabinieri non c’è dubbio che si tratti di un omicidio, la donna è stata infatti interrogata tutta la notte presso la caserma.

Dall’interrogatorio è emerso che la donna ha colpito l’uomo durante una lite, ma le cose non andavano bene già da tempo. I due si sono conosciuti sui social, e la donna originaria di Rovigo, si sarebbe trasferita a Prizzi, nell’area metropolitana di Palermo, in un secondo momento. Durante le indagini sono stati interrogati anche i vicini di casa per poter ricostruire l’intera vicenda.

Alla fine Romina Soragni, questo il nome della donna, ha confessato l’omicidio del compagno, Giuseppe Canzonieri, 51 anni. Stando i riscontri investigativi nella serata di ieri è stata vista aggirarsi in paese con le scarpe sporche di sangue dicendo “a casa mia c’è un morto. È il mio compagno, l’ho ucciso io”. Ascoltata tutta la notte dalla pm Chiara Salerno Cardillo, alla quale ha confessato, la pm ha già chiesto al gip di Termini Imerese la convalida con la misura cautelare degli arresti per pericolo di fuga.

Ultime notizie