venerdì, 24 Settembre 2021

Covid Francia, a settembre terza dose ai fragili. L’Unione Europea: “La decisione ai singoli Stati”

Intanto, Israele ha già avviato vaccinazioni in massa con la terza dose di Pfizer offerta innanzitutto agli 'over 60' che hanno ricevuto le prime due dosi almeno cinque mesi fa.

Da non perdere

“Spetta agli Stati membri decidere se somministrare il richiamo dei vaccini”, e “come sempre incoraggiamo decisioni basate su evidenze scientifiche, in linea con le raccomandazioni dell’Ema”. È quanto ha risposto una responsabile della Commissione europea, ad un quesito sull’annuncio effettuato da alcuni Stati membri, di avviare campagne per la terza dose di vaccino, a settembre.

E un annuncio di questo tenore è stato effettuato quest’oggi dal presidente francese, Emmanuel Macron, comunicando che la Francia somministrerà la terza dose di vaccino ad anziani e fasce più vulnerabili proprio da settembre.

Intanto, Israele ha già avviato vaccinazioni in massa con la terza dose di Pfizer offerta innanzitutto agli ‘over 60’ che hanno ricevuto le prime due dosi almeno cinque mesi fa. Il ministero della sanità fa sapere che la dose di richiamo, cosiddetta ‘booster’, è stata somministrata già a 262mila persone, ovvero il 21% degli ultrasessantenni già vaccinati con due dosi. Nelle ultime 24 ore in Israele i contagi sono stati 3.421 con un tasso di positività del 3,3 per cento.

Ultime notizie