sabato, 18 Settembre 2021

Green Pass a scuola, verso l’obbligo per docenti e personale: obiettivo del Governo evitare la dad

Dal 6 agosto il green pass servirà per tutti i luoghi al chiuso e per salire sui mezzi di trasporto. Si deciderà sull'obbligatorietà per docenti e personale scolastico.

Da non perdere

Il green pass obbligatorio anche per i professori e per il personale scolastico. Per Mario Draghi “è una priorità assoluta” il rientro in sicurezza di tutti gli studenti di ogni ordine e grado, universitari compresi. Molto probabilmente, nel decreto atteso per domani, ci sarà dunque l’obbligo della certificazione verde, non solo per i trasporti, ma anche per il mondo della scuola, studenti esclusi.

L’obbligo del green pass per salire su aerei, treni e navi è previsto dal 1° settembre. Incerte ancora le disposizioni che riguardano le imprese e il trasporto pubblico locale. “Gradualmente ci si può arrivare, ma procediamo un passo alla volta”, Roberto Speranza è però convinto della necessità di estendere il green pass il più possibile per combattere il virus e la variante Delta. La Lega si dichiara, come sempre, contraria. Proprio ieri, ha depositato in commissione Affari sociali alla Camera ben 916 proposte di modifica sui 1.300 emendamenti complessivi.

Si terrà domani, a Palazzo Chigi, la cabina di regia con i capi delegazione dei partiti e i vertici del Cts, Locatelli e Brusaferro. Dopodiché, il premier e i ministri Gelmini e Speranza incontreranno i presidenti delle Regioni per avere il via libera alle nuove norme. Ultimo appuntamento sarà quello del Consiglio dei ministri. Per ottenere il green pass bisogna essere guariti dal Covid 19, aver fatto un tampone con esito negativo nelle 48 ore precedenti o essersi sottoposti ad almeno una dose di vaccino.

Da venerdì 6 agosto, grazie al green pass, si potranno frequentare luoghi a rischio assembramento come i ristoranti al chiuso — fanno eccezione i clienti degli hotel — palestre, piscine, centri termali, cinema, teatri, sale da concerto, stadi o palazzetti sportivi. Green pass necessario anche per eventi, convegni e congressi.

Capitolo a parte la scuola, l’obiettivo è evitare la dad. Dunque, fatti salvi protocolli, distanze e mascherine dove è possibile separare gli studenti, si va verso l’obbligo del green pass per il personale scolastico.  Discoro diverso per gli studenti; dalle previsioni del Generale Figliuolo, al momento di tornare in classe una buona parte di loro sarà vaccinata. Da qui l’idea dell’esecutivo che non servirà imporre il green pass anche a loro. In zona bianca o gialla la scuola sarà solo in presenza. Nelle altre fasce di rischio, la decisione spetterà ai sindaci.

Domani, intanto, il nodo da sciogliere sarà quello del green pass sui luoghi di lavoro. Previsto un confronto tra i ministri Orlando e Speranza con i sindacati. Cgil, Cisl e Uil temono possa essere usato dai datori per licenziare o demansionare. Il Governo al lavoro anche per ridurre i prezzi dei tamponi rapidi, che potrebbe scendere da 22 a 15 euro, forse anche fino a 10.

Ultime notizie