venerdì, 24 Settembre 2021

Oristano, morto in casa: indagato il fratello. Il legale: “Incapace di fare un gesto simile”

Indagato per la morte del fratello, il legale di Carmine Manca: "è ancora sconvolto per l'accaduto e si professa incapace di fare un gesto simile".

Da non perdere

A finire nel registro degli indagati per la morte di Ignazio Manca è il fratello Carmine accusato di omicidio volontario dalla Procura.

A confermare la notizia, il suo legale Simone Prevete: “Il mio assistito si dichiara completamente estraneo ai fatti, è ancora sconvolto per l’accaduto e si professa incapace di fare un gesto simile”.
L’iscrizione ha consentito ai Ris di eseguire un sopralluogo del garage, luogo in cui è stato ritrovato il cadavere, e successivamente di attuare un’ispezione nell’abitazione del fratello al fine di rilevare elementi significativi.
Il medico legale Roberto Demontis, ieri pomeriggio, ha effettuato l’autopsia su Ignazio Manca: l’esame è durato più di 5 ore e si è concluso durante la notte; nelle prossime ore sarà consegnato il rapporto.
Non ci sono notizie ufficiali, ma pare che sul corpo del 57enne ci siano tagli sul braccio, ferite alla testa ed una escoriazione alla spalla.

Ultime notizie