giovedì, 23 Settembre 2021

Abusi sessuali su minori, discordanze durante il confronto: revocati domiciliari al prete accusato

Nel confronto tra il prete e gli accusatori sono emerse alcune difformità nel racconto che hanno convinto il gip a sostituire la misura dei domiciliari a quella dell'obbligo di dimora.

Da non perdere

Gianfranco Roncone, ex parroco di Presenzano (Caserta) finito lo scorso aprile agli arresti domiciliari per violenza sessuale su minore, è tornato in libertà. Lo ha disposto il gip di Napoli, Marcello De Chiara, che lo ha scarcerato. Il magistrato ha infatti accolto l’istanza che i legali del prete, Renato Jappelli e Dario Mancino, hanno presentato dopo che si è svolto l’incidente probatorio.

Nel confronto faccia a faccia tra il prete e gli accusatori, due ragazzi romeni maggiorenni, uno dei quali minorenne quando sarebbero avvenute le molestie sessuali, sarebbero emerse alcune difformità nel racconto da parte dei due, circostanza che ha convinto il gip a sostituire la misura dei domiciliari a quella dell’obbligo di dimora nel comune di Sparanise, paese di residenza del prete. Don Roncone, che al momento è sospeso dal servizio, è accusato dalla Procura di Napoli anche di induzione alla prostituzione. I fatti contestati si riferiscono al 2020.

Ultime notizie