sabato, 25 Settembre 2021

Il presidente afghano: “Situazione critica è colpa del ritiro truppe”. Usa e Gb: sospetti crimini di guerra dei Talebani

Durante il "massacro di civili" nella città di Spin Boldak, nella provincia di Kandahar, i Talebani "hanno ucciso decine di civili come rappresaglia", scrivono in una nota congiunta le ambasciate di Washington e Londra.

Da non perdere

Stati Uniti e Gran Bretagna accusano i Talebani di sospetti “crimini di guerra”, che sarebbero stati compiuti durante il “massacro di civili” nella città di Spin Boldak, nella provincia di Kandahar al confine con il Pakistan. “Hanno ucciso decine di civili come rappresaglia”, scrivono in una nota congiunta le ambasciate di Washington e Londra, “Questi omicidi possono prefigurare dei crimini di guerra e i responsabili portati davanti alla giustizia”.

Intanto il presidente afghano Ashraf Ghani, durante un discorso al parlamento, afferma che il deterioramento della situazione in Afghanistan è connesso “alla decisione improvvisa” degli Usa di ritirarsi dal Paese.

Continuano, infatti, gli attacchi dei talebani che nella notte hanno assaltato tre capoluoghi di provincia – Lashkar Gah, Kandahar e Herat – dopo un fine settimana di pesanti combattimenti che hanno visto migliaia di civili fuggire dall’avanzata dei militanti.

Ultime notizie