giovedì, 23 Settembre 2021

Covid Italia, Brusaferro: “Variante Delta al 94,8% e prevale nella fascia 10-29 anni”. Lazio, Sicilia e Sardegna a rischio zona gialla

In Italia la variante Delta del Covid ha sostituito la variante Alfa. Secondo l'Iss la prevalenza ,a luglio, era al 94.8%. Brusaferro: "Circolazione del virus è soprattutto nelle fasce di età tra i 10 e 29 anni".

Da non perdere

In Italia la variante Delta del Covid ha sostituito la variante Alfa. Secondo l’Iss al 20 luglio la prevalenza era al 94.8%.

L’infezione sta crescendo in Europa e la circolazione del virus è soprattutto nelle fasce di età tra i 10 e 29 anni. […]. Con i dati sull’Rt la prossima settimana potremmo avere un quadro più definito“, hanno dichiarato Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità e Gianni Rezza, nel corso della conferenza stampa sui dati del monitoraggio.

A tal proposito c’è stato un balzo in avanti per incidenza e Rt a 58 e 1.57. La scorsa settimana erano rispettivamente 41 e 1.26. Al limite della zona gialla, con oltre 50 casi per 100mila abitanti, Sicilia, Sardegna e Lazio.

Per l’indagine è stato chiesto ai laboratori delle Regioni e delle Province autonome di selezionare sottocampioni di casi positivi, in maniera casuale e per fasce di età differenti. In totale hanno partecipato all’indagine 21 Regioni/Pa, 123 laboratori e 1.325 campioni.

L’Rt ospedaliero cresce e in questi momenti delicati, necessaria è la prudenza anche se il ritmo di crescita appare inferiore rispetto alle scorse settimane. Non si sa ancora se nel caso della terza dose sarà necessario effettuarla con un vaccino adattato alle varianti.“, ha proseguito Brusaferro.

I ricoveri, dunque, aumentano, ma nessuna Regione e Provincia autonoma supera la soglia critica di occupazione dei posti letto in terapia intensiva. Il numero dei ricoverati passa da 165 a 189 e sono le Regioni del Sud, tra cui Sicilia, Calabria e Campania ad avere i parametri ospedalieri più elevati.

Ultime notizie