lunedì, 27 Settembre 2021

Insulti omofobi in campo: web scatenato contro Fognini

Ennesimo eccesso di rabbia in campo firmato Fabio Fognini, questa volta, a detta del tennista, per insultarsi da solo usa la parola ”frocio”.

Da non perdere

“Il caldo dà alla testa! Nel match di oggi ho usato un’espressione davvero stupida verso me stesso. Ovviamente non volevo offendere la sensibilità di nessuno. Amo la comunità Lgbt e mi scuso per la sciocchezza che mi è uscita”, nonostante le parole di scuse da parte del tennista Fabio Fognini, in seguito alla sua esplosione di rabbia in campo, non una novità, il web si scatena.

Fognini, indietro nel punteggio e alla ricerca della rimonta contro il russo Medvedev, a seguito di un errore è esploso «Sei un frocio! Sei un frocio! Le devi tirare sopra la rete (le palle, ndr)». A detta del tennista, quelle parole erano rivolte a se stesso, invece di darsi dello stupido. Dirlo a se stesso o all’avversario non allevia la colpa della parola usata, poiché è stata urlata più e più volte, in chiaro senso negativo è dispregiativo. Il match è proseguito senza ulteriori intoppi e l’azzurro è uscito dai Giochi (6-2 3-6 6-2). 

Non è stato di certo il primo “sbrocco” dell’azzurro. Nel 2019, mentre giocava il secondo set del match perso contro Tennys Sandgren, al terzo turno di Wimbledon, ha esordito: “Ma è giusto giocare qua? Maledetti inglesi, maledetti, scoppiasse una bomba su questo circolo qua, una bomba deve scoppiare qua”.

Fognini perde le staffe con estrema facilità e subito dopo chiede scusa, se un avversario può dimenticare o non farci caso, i social condannano. Su Twitter, infatti, il marito di Flavia Pennetta è messo al patibolo per le parole usate durante la partita, i commenti si dividono in accuse e ironia spinosa per l’azzurro.

Ultime notizie