sabato, 25 Settembre 2021

Eutanasia legale, già 250mila firme in poche settimane.Radicali: “Italiani vogliono decidere della propria vita”

Per il segretario Iervolino "Il Parlamento continua a rimanere sordo alle richieste della società civile nonostante la proposta di legge di iniziativa popolare depositata nel 2013".

Da non perdere

Un segnale forte riguardo la legalizzazione dell’eutanasia arriva tramite le 250mila firme raccolte in poche settimane, numeri che non fanno di certo passare in secondo piano la questione, come dichiara in una nota il segretario di Radicali Italiani, Massimiliano Iervolino: “Nel giro di un mese e mezzo aver superato le 250mila firme sul quesito che chiede la legalizzazione dell’eutanasia è un segnale forte e chiaro. Gli italiani credono ancora nello strumento referendario e sottoscrivono il quesito perché vogliono decidere della propria vita”.

“Le grandi mobilitazioni come quelle referendarie – prosegue Iervolino – sono importanti perché contribuiscono a diminuire la distanza tra i cittadini e le istituzioni. Soprattutto se, come nel caso del fine vita, il Parlamento continua a rimanere sordo alle richieste della società civile nonostante la proposta di legge di iniziativa popolare depositata nel 2013 e diversi richiami della Corte costituzionale. Questa battaglia che è nel nostro DNA continua a vederci mobilitati nella raccolta firme per raggiungere insieme al comitato promotore l’obiettivo delle 500mila sottoscrizioni necessarie ad indire il referendum”.

Ultime notizie