lunedì, 27 Settembre 2021

Autobus precipitato a Capri, per la rimozione della carcassa si ipotizza il trasporto aereo

L'ipotesi è quella di trasportare la carcassa in un locale della Polizia giudiziaria, mettendola a disposizione di periti e magistrati.

Da non perdere

Non è ancora tramontata l’ipotesi di rimuovere con un elicottero il minibus precipitato lo scorso giovedì a Capri. Al sopralluogo di oggi, durato per l’intera mattinata, hanno preso parte il sostituto procuratore della Repubblica, Giuseppe Tittaferrante, il sindaco di Capri, Marino Lembo, i tecnici comunali e un nucleo di Vigili del fuoco, rappresentati dall’ispettore della direzione regionale dei Vigili del fuoco della Campania Strazzullo, dal capogruppo del Soccorso Alpino Fluviale, Aniello Veropalumbo, e dal Gruppo speciale degli elicotteristi.
L’intento è quello di spostare il mezzo dallo stabilimento balneare da dove è caduto presso un’altra località, per poter permettere di eseguire le perizie necessarie all’accertamento delle cause del sinistro, che ha portato alla morte dell’autista e al ferimento di una ventina di persone.

A distanza di quattro ore sotto un solleone, l’ipotesi è stata avanzata al magistrato che ha presenziato al sopralluogo, il quale dovrà dare la sua autorizzazione. Il piano è quello di utilizzare un elicottero speciale, attrezzato con una base specifica su cui posizionare la carcassa dell’autobus, ma ciò avverrebbe soltanto dopo aver rimosso le cabine e altre strutture dello stabilimento balneare, in maniera tale da consentire al velivolo una libertà di movimento data la situazione.
In seguito alla rimozione del mezzo, il minibus verrebbe poi portato verso l’altra ala portuale, ossia quella del porto turistico, e in seguito collocato su un mezzo marittimo che lo trasferirà a Napoli nei locali della Polizia giudiziaria, dove sarà a disposizione di periti e magistrati.
La giornata è poi proseguita con l’incontro tra le amministrazioni comunali e l’Atc, azienda di riferimento per i trasporti su gomma sull’isola, nonché proprietaria del pullman al centro dell’inchiesta.

Ultime notizie