giovedì, 23 Settembre 2021

Lotta alla criminalità, confiscato immobile alla camorra: all’interno armi bianche ed un fucile giocattolo

All'interno dello stabile trovate armi bianche e un fucile con tappo rosso.

Da non perdere

Questa mattina a Montesilvano è stato confiscato un appartamento in via Agostinone 3, immobile che apparteneva ad un sodalizio criminale di stampo camorristico. Le chiavi dello stabile sono state consegnate alla Polizia Locale del Comune di Montesilvano, che entrerà di fatto da qui a poco nelle disponibilità del patrimonio comunale, venendo gestito dall’Azienda Speciale per finalità sociali.

Nella struttura di 80 metri quadri sono state rinvenute alcune armi bianche e un fucile con un tappo rosso. Hanno preso parte all’intervento Vigili del Fuoco, Carabinieri, Polizia Locale e un’ambulanza, presenti anche il consigliere comunale delegato alla Sicurezza Marco Forconi e il Dott. Giovanni Corsini, incaricato dell’Agenzia Nazionale dei Beni Sequestrati e Confiscati alla criminalità organizzata.

Una grande soddisfazione per il comune di Montesilvano, con le parole del Sindaco De Martinis a fare da eco alla grandezza dell’intervento: “L’appartamento confiscato oggi alla criminalità organizzata è l’ennesimo segnale dell’attività nel nome della legalità e della sicurezza attuata da questa amministrazione comunale in collaborazione con le forze dell’ordine del territorio. In passato abbiamo sequestrato definitivamente altri alloggi in via Mosa, via Lago di Como, via L’Aquila, via Vestina e un garage sempre in via Agostinone, tutti immobili che sono stati destinati ad attività sociali per persone. A breve ci saranno altre risposte forti nella nostra città nell’ambito della legalità”.

Sulla scia prosegue il consigliere Marco Forconi, che non minimizza ad un caso isolato il sequestro odierno: “Con la confisca di oggi si conclude l’iter in via Agostinone iniziato qualche mese fa con l’acquisizione del garage sottostante. A breve seguirà anche l’intervento di confisca di via Isonzo, con il quale si concluderanno definitivamente l’annessione al patrimonio comunale di un ulteriore appartamento, che servirà per scopi sociali. Al momento ci sono altre unità immobiliari sotto sequestro e per le quali si auspica un procedimento repentino di confisca”.

Ultime notizie