sabato, 25 Settembre 2021

Covid, in vigore il nuovo decreto: oggi No-vax in piazza in 80 città italiane

Oggi alle 17.30 in oltre 80 città italiane scenderanno in piazza i 'No-vax' di tutto il Paese. Nel mirino degli attivisti "il passaporto di schiavitù, l'obbligo vaccinale, la truffa Covid, la dittatura".

Da non perdere

Pubblicato ieri, 23 luglio, sulla Gazzetta Ufficiale il nuovo decreto legge Covid che introduce l’obbligo di Green pass dal 6 agosto. Il provvedimento, dunque, è in vigore e stabilisce l’applicazione dei nuovi parametri per definire le zone di rischio. E in tutta Italia scoppia la protesta dei No-vax.

A Torino ieri sera, il “No paura Day”, ha riempito di persone Piazza Castello: circa 2mila hanno preso parte alla manifestazione annunciata via internet due giorni fa per protestare contro il Green pass e l’obbligo vaccinale.

E decine di manifestazioni sono già state convocate in tutta Italia per le prossime ore. Facebook e Telegram sono i mezzi di comunicazione sui quali viaggia il tam-tam dei contrari a “passaporto schiavitù e obbligo vaccinale”. Fra queste, la fiaccolata di mercoledì 28 in piazza del Popolo a Roma e davanti ai municipi di tutta Italia del comitato ‘Libera Scelta’.

Fonti della sicurezza rassicurano che le manifestazioni non destano preoccupazione ma annunciano di essere pronte ad intervenire in caso di assembramenti o situazioni a rischio. Oggi alle 17.30 in oltre 80 città italiane scenderanno in piazza i ‘No-vax’ di tutto il Paese. Nel mirino degli attivisti “il passaporto di schiavitù, l’obbligo vaccinale, la truffa Covid, la dittatura”.

Contro il certificato verde si schierano anche associazioni di ristoratori ed organizzatori di matrimoni. “ll 40% degli esercizi a livello nazionale non ha aree esterne e 18 milioni di persone non sono ancora vaccinate. Sono 18 milioni di clienti che certe attività rischiano di perdere, così si riduce la domanda e si rischia di perdere una potenziale fetta di clientela che vale 18 milioni di persone – afferma Lino Enrico Stoppani, presidente di Fipe Confcommercio la Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi – “Sono misure che creano un impatto economico, un impatto organizzativo e assegnano responsabilità individuali collettive alla categoria e che ritengo inefficaci“.

Ad Ostia, sul litorale romano, alle 15:00 avrà inizio la Worldwide demonstration. In tutta Italia altre manifestazioni sono fissate alle 17.30 contro la misura in vigore dal 6 agosto: Roma, Genova, Firenze, Torino, Milano, Napoli, Bologna, Padova, Cagliari, Bergamo, Catania, Palermo, Reggio Emilia, Biella, Parma, Pescara, Varese, Ostia, Pordenone, Ravenna, Forlì, Lodi e Como.

Ultime notizie