venerdì, 24 Settembre 2021

Migranti, Open Arms: “Abbiamo portato le persone a Lampedusa, in un porto sicuro”

Erano in 50 i migranti in difficoltà che sono stati salvati questa notte. Tra loro un neonato, due donne incinte e alcuni bambini.

Da non perdere

Il fenomeno migratorio non si arresta. Nelle ultime giornate sono stati tanti i migranti ritrovati e riportati a riva, come i 430 che hanno attraversato la Manica raggiungendo il Regno Unito.

Ieri, un’imbarcazione in difficoltà con “oltre 50 persone, tra cui due donne incinte, un bimbo di 10 mesi, uno di un anno e altri bambini” è stata individuata a 30 milia da Lampedusa. Lo rende noto il fondatore di Open Arms, Oscar Camps, sul proprio profilo Twitter.

L’avviso è arrivato direttamente dai pescatori della zona e tempestivamente ci si è adoperati per prestare assistenza. I migranti erano in mare da oltre 24 ore dopo essere fuggiti dalla Libia.

“Avvisate le autorità responsabili della zona, dopo aver fornito giubbotti di salvataggio, abbiamo atteso l’arrivo della motovedetta della Guardia Costiera italiana, che questa mattina, dopo diverse sollecitazioni, ha effettuato il trasbordo e portato le persone a Lampedusa, in un porto sicuro”, spiega Open Arms in un post sulla pagina Instagram.

Ultime notizie