domenica, 26 Settembre 2021

Buon compleanno Presidente

Sergio Mattarella compie 80 anni: una vita in "sordina" , fedele alla Costituzione, rispettoso delle Istituzioni; ma anche un siciliano doc, empatico, riservato e simpatico, nonostante il ruolo che ricopre. Una vita tra la famiglia e la politica che potrebbe lasciare a febbraio prossimo, non rinnovando il suo mandato. Intanto, buon compleanno Presidente!

Da non perdere

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella compie 80 anni e si spera festeggi con più felicità di quella mostrata durante la vittoria agli Europei. Si scherza, in quell’occasione ha dimostrato, per l’ennesima volta, la sua pacatezza e riservatezza anche se quando ci vuole ci vuole, almeno nel calcio. È stato il “Presidente della pandemia”, quello che ha accompagnato gli italiani – sempre con lucidità – durante la crisi, senza mai far perdere di vista gli equilibri economici e sociali del Paese. Perché la vera unione si vede quando tutto va male e c’è bisogno di qualcuno che dall’alto, in maniera giusta, muova i fili senza mai spezzarli: l’eroe Mattarella era con noi.

Un Presidente che ha fatto tanto, ma che non si può fare a meno di pensare sugli spalti di Wembley, quando ad ogni goal della nazionale italiana riusciva ad esultare – se così si può dire – in maniera silenziosa, ma sincera: due mani alzate in cielo, un accenno di urlo e via a festeggiare la squadra della sua Italia.

Mattarella è sempre stato uno di noi tra la gente, uno dei Presidenti più amati in Italia: un “capo” che ha fatto della sua fermezza e della sua determinazione un codice comportamentale. Un uomo siciliano che ha iniziato in “sordina”, ha proseguito altrettanto, senza mai rilasciare interviste, “cadere” in gossip ma che ha saputo conquistare la stima della maggior parte degli italiani.

“Resta con noi Sergio”: questo lo striscione, nella notte del trionfo europeo, appeso sotto alle finestre del Quirinale. Tutti vogliono ancora Sergio, anche dopo la fine del suo mandato. Il diretto interessato ha più volte ribadito di essere contrario ad una sua rielezione a febbraio prossimo, perchè vuole dedicarsi alla sua famiglia e alla sua vita, nonostante tra sei mesi tutto pòtrà cambiare.

Un uomo che ha tenuto unita l’Italia, ma che non ha mai messo da parte, nonostante il ruolo che ricoprisse, la sua simpatia. Chi non ricorda, infatti, il suo “fuorionda” in pieno lockdown al barbiere di fiducia: “Giovanni, neanche io posso andare dal barbiere” – un’empatia con la gente, dalla personalità misurata e ligio alle regole, sempre fedele alla nostra Costituzione e al senso delle Istituzioni.

Il 3 agosto inizierà il semestre bianco e Mattarella non potrà sciogliere il Parlamento. Un periodo che da un lato lascia più liberta ai partiti ma dall’altro rischia di creare più caos di quanto già c’è. Mattarella però c’è e potrà farsi sentire: il suo silenzio, a volte, dice più di mille parole.

Suo fratello Piersanti è stato uccido il 6 gennaio 1980 da Cosa Nostra durante il mandato di Presidente della Regione Sicilia. Il giorno dell’elezione di Mattarella il 31 gennaio 2015, l’incoronazione è stata “accompagnata da un lungo e commosso silenzio” per le persone che non ci sono più, suo fratello e sua moglie Marisa. Un ricordo che rimarrà per sempre nella vita del nostro Mattarella ma che lo ha spinto ad entrare in politica per arginare il male e proteggere la sua gente.

Spegnerà le 80 candeline in famiglia, con i tre figli, Laura, Bernardo e Francesco e i suoi 6 nipoti.

Auguri grande Presidente!

 

Ultime notizie